lunedì 3 luglio 2017

EOLO, shaped by the wind

Giovanni Tomasini, designer e direttore creativo di Studio7B, presenta lo sgabello Eolo di Alex Bocchi.

Che ne si voglia dire, del dinamismo nel design contemporaneo...si ricade sempre in oggetti che di dinamico hanno ben poco; barricati dietro ad un più rassicurante e monotono “monolitismo”.
Esempi virtuosi nella storia del design non mancano, a partire da Luigi Colani, per passare a Ross Lovegrove e Zaha Hadid; che dire poi di Spun, con il quale Magis, ha creato un oggetto “manifesto della dinamicità”.
Un particolare dello sgabello EOLO del designer Alex Bocchi
Il motivo per cui, queste forme voluttuose sono spesso accantonate è semplice: un mobile che emana una percezione di statica solidità, statisticamente vende di più!
Lo sgabello Eolo è una sfida nella sfida, per il designer Alex Bocchi; un attacco agli stereotipi formali, ma anche un'occasione per prendere parte ad una vera e propria competizione. Eolo è stato infatti pensato e prototipato, per concorrere al contest Des-AUT di dentro CASA EXPO 2017. Sfida vinta, che ha permesso ad Alex di avere uno spazio esclusivo, per presentare in anteprima il suo progetto in fiera.
Eolo - Design by Alex Bocchi
Eolo prende spunto dalla forma tradizionale dello sgabello e viene animato da un carattere dinamico, slanciato e di forte personalità attraverso una semplice torsione delle gambe.
Il concept iniziale guarda alle forze della natura e all’azione che esse hanno sull'ambiente circostante; la seduta con le sue gambe curvate sembra deformarsi e nella sua leggerezza "volare via" sotto l’azione incessante di vortici e correnti d'aria. Non a caso questo pezzo di design prende il nome dal Dio greco del vento.
Eolo, strizza l'occhio al “Nordic Design” con l'aggiunta di un tocco d'eccentrica creatività italiana, che ne fa una seduta giovanile e divertente, in multistrato di larice; stabilissimo ed addirittura impilabile.
Alex Bocchi, Ingegnere e Designer
L'Ing. Bocchi, per gli amici Alex; tecnico sulla carta e sognatore nella testa, è un giovane talento che si è “fatto le ossa” in giro per il Mondo: Portogallo, Spagna e Giappone, per poi rientrare in Italia dove opera attualmente nei campi dell'architettura e del design.

alexbocchidesignstudio.com

Nessun commento:

Posta un commento